Razionale

L’aumentata disponibilità di radioisotopi e lo sviluppo di nuove tecniche per la marcatura di molecole ad alta specificità, hanno ampliato enormemente il panel dei radiofarmaci disponibili per l’impiego clinico a scopo diagnostico e terapeutico, consolidando il ruolo della Medicina Nucleare nell’approccio integrato per il management del paziente.
Al giorno d’oggi la “moderna” Medicina Nucleare è considerata una disciplina fondamentale per il contributo che può fornire nella  diagnosi, stadiazione e per la palliazione e terapia di un’ampio spettro di patologie.
Un importante avanzamento è stato determinato dalla recente affermazione dell’approccio teragnostico nucleare in campo oncologico, che ha rinnovato l’interesse da parte della clinica e dell’industria farmaceutica.
Questo nuovo entusiasmo, unitamente agli investimenti nella ricerca medico-nucleare, stanno promuovendo una rapida crescita dell’imaging molecolare e della terapia ad essa connessa, nel contesto di un approccio di supporto al paziente sempre più orientato verso la medicina personalizzata.
L’inserimento di nuovi radiofarmaci nella pratica clinica, a seguito del progressivo superamento delle diversi fasi della sperimentazione, è tuttavia complesso ed articolato. Data l’intrinseca doppia natura farmaceutica e radioattiva, la produzione e la qualità farmaceutica di nuovi radiofarmaci devono essere validate da parte degli Enti Regolatori del Farmaco e Nucleari al fine di garantire la qualità la sicurezza ed efficacia del prodotto finito, per il paziente in primo luogo, ma anche per gli operatori coinvolti nel suo impiego.
Il IX Congresso si articolerà in più sessioni di carattere strategico per gli operatori coinvolti nella gestione del radiofarmaco. Verranno trattati temi di avanguardia, che ricadono nel campo della produzione di radionuclidi emergenti per finalità diagnostiche e terapeutiche e della preparazione di radiofarmaci mediante nuove tecniche radiochimiche, fino agli aspetti legati alla sperimentazione pre-clinica e clinica (aspetti regolatori e normativi). Le condivisioni di informazioni e le discussioni verranno promosse con l’obbiettivo di rafforzare ed implementare le connessioni tra la pratica clinica e la ricerca radiofarmaceutica pre-clinica e traslazionale. Particolare attenzione sarà dedicata alle innovazioni in ambito oncologico, con specifico riferimento alla teragnostica nucleare, e alle applicazioni emergenti in altri settori medici nell’ambito dell’imaging molecolare e della medicina personalizzata, come ad esempio la cardiologia.
Durante il congresso ci sarà, come i precedenti anni, la sessione “Reports from the labs” dedicata ai cinque migliori abstracts presentati da gruppi di ricerca che verranno selezionati per una presentazione orale. Il Congresso è rivolto a 160 partecipanti delle seguenti discipline: Farmacista, Chimico, Biologo, Fisico, Medico Nucleare, Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico, Tecnico Sanitario di Radiologia Medica. Il Responsabile Scientifico
Dott.ssa Michela Aurilio

Iscrizione al congresso

QUOTA DI ISCRIZIONE
Soci GICR e Soci AIMN € 120 (+ IVA*)
Non Soci € 200 (+ IVA*)
Dottorandi o Specializzandi € 50 (+ IVA*)
Laureandi Gratuito **
* Aliquota IVA 22% o, se esente, indicare su quale base
** La quota non comprende la cena sociale
Il pagamento della quota d’iscrizione comprende:
cartella congressuale contenente il materiale scientifico, attestato di partecipazione, coffee break, light lunch, cena sociale 6/05
Dopo essersi iscritti effettuare il pagamento tramite bonifico bancario intestato a:

Mat Media S.r.l.
IBAN: IT93 A062 3003 5350 0006 3525 917
Causale: Iscrizione IX Congresso Nazionale GICR 6-7 Maggio 2022
PER CHI SEGUE IL CONGRESSO PER VIA TELEMATICA: i prezzi delle iscrizioni avranno uno sconto del 20%.